Come riconoscere un anfora da vinificazione
Il segreto è nella lavorazione dell’argilla

Notizie 16 ago 2017

Quello della vinificazione in anfora è un trend in forte crescita e sono sempre di più i produttori interessati a creare un vino dal gusto diverso dal solito. Per produrre vino in anfora però, e avere una corretta vinificazione e un buon affinamento, è necessario scegliere anfore di alta qualità.

Ecco come riconoscerle e cosa chiedere ai produttori.
Le anfore da vinificazione devono necessariamente essere “chiuse” ovvero non porose per evitare che spandano o respirino troppo. È fondamentale che vengano cotte ad una temperatura superiore ai
1030 gradi con un lungo stazionamento alla massima temperatura , proprio per ottenere questa “chiusura” dell’argilla. Le nostre sono tarate per sputare fuori la guarnizione del tappo a 0,7 bar.
Incollandola si può salire ma non è necessario. A 0,5 bar ( 5 metri di colonna d’acqua) l’anfora non deve spandere.
La lavorazione delle anfore per vinificazione è un processo molto lungo e che richiede una grande manualità, per questo è importante diffidare da anfore vendute a costi bassi e prodotte in poco
tempo. Assicuratevi sempre che le vostre anfore vengano lavorate da esperti artigiani come avviene nei nostri laboratori dove tutto il processo è eseguito a mano con grande attenzione ai dettagli.
Assolutamente importante è la certificazione alimentare rilasciata dal laboratorio di analisi al produttore di anfore.

Per una questione di tutela nei confronti del cliente noi forniamo i valori di TUTTI i metalli e non metalli sondabili con analisi complesse tipo gas massa e assorbimento
atomico.

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@sirioanfore.com